Crisi Politica a Formentera

 

Accuse di richiesta di bonus e ricatto scatenano tensioni nel Consiglio Insulare

Il Consell Insular de Formentera, l’istituzione di governo dell’isola, sta vivendo la sua più grande crisi politica dalla sua costituzione nel 2007. I partiti che formano il governo, PP e Compromís, hanno spiegato in una conferenza stampa di accusare il presidente, Llorenç Córdoba, di agire in modo unilaterale per creare una ‘cortina fumogena’ con presunte ragioni politiche. La causa principale, secondo loro, è che Llorenç Córdoba, politico indipendente e non affiliato a nessuno dei partiti che compongono il governo, avrebbe richiesto bonus al Consell de Formentera e alla presidente del Govern Balear, Marga Prohens, a causa di una difficile situazione economica.

Córdoba, d’altra parte, ha negato di avere interessi economici nella crisi e ha affermato che l’accusa è un attacco personale. Ha riconosciuto difficoltà economiche, ma ha affermato di cercare solo di compensare le spese legate al suo ruolo pubblico. Ha anche sostenuto di essersi sentito ricattato da Sa Unió, che, secondo lui, ha orchestrato la sua espulsione dalla coalizione e dal gruppo del PP.

​​I partner di governo hanno chiesto le dimissioni di Córdoba, sostenendo che si tratta di una persona in una situazione disperata che agisce in modo disperato. Sa Unió, il nome con cui è conosciuta l’unione politica tra PP e Compromís, ha ammesso di essersi lasciata manipolare da Córdoba ed ha espresso scuse al popolo di Formentera per aver confidato in lui. Hanno inoltre richiesto l’espulsione di Córdoba dalla coalizione politica Sa Unió.

Allo stesso tempo, durante una manifestazione popolare di sostegno a Córdoba convocata da cittadini privati nella piazza della chiesa di Sant Francesc, questi ha ringraziato il sostegno dei residenti e ha affermato che fornirà spiegazioni appropriate, poiché non ha fatto nulla di sbagliato. La situazione rimane complessa, con accuse reciproche tra le parti coinvolte.

Secondo il portavoce del Govern Balear, il vicepresidente Antoni Costa, è stato confermato che il presidente del Consell de Formentera, Llorenç Córdoba, ha esercitato pressioni su Marga Prohens, presidentessa del Govern, per ottenere un bonus. Costa ha affermato che la denuncia presentata dai consiglieri di Sa Unió è veritiera e che Córdoba stava condizionando la stabilità del Govern non in base agli interessi di Formentera, ma in base ai suoi interessi personali.

Si planeas visitar Formentera...
visita antes nuestra sección de códigos promo !!

Costa ha indicato che Córdoba non difendeva gli interessi dei cittadini della sua isola, come affermava, ma condizionava la stabilità del Govern con motivazioni legate ai suoi interessi personali. Anche se il Govern non ha prove delle pressioni denunciate, Costa ha confermato la situazione, sostenendo che non si tratta di una questione di prove, ma dell’affermazione che Córdoba difendeva i suoi interessi personali.

Il vicepresidente ha anche dichiarato che durante le riunioni sui bilanci della Comunità Autonoma con Córdoba, non sono emersi problemi non negoziabili. Ha respinto le scuse legate al confine e a certe infrastrutture, sostenendo che queste questioni non erano legate alla difesa degli interessi dei cittadini di Formentera. Costa ha sottolineato che la situazione a Formentera non porta soddisfazione, ma le dimissioni o meno di Córdoba non influirebbero sulla stabilità del Govern, poiché il deputato per Formentera non è determinante per la maggioranza.

Secondo le ultime notizie, Gent per Formentera (GxF) e il PSOE stanno chiedendo prove delle gravi accuse mosse da Sa Unió contro il presidente del Consell, Llorenç Córdoba. Alejandra Ferrer di GxF ha espresso preoccupazione per il blocco istituzionale causato dalla crisi in Sa Unió e ha richiesto prove a sostegno delle accuse. Ha anche deplorato l’immagine di mancanza di governo proiettata per le strade e la difficoltà pratica nel risolvere la crisi.

Rafa Ramírez del PSOE ha concordato sulla necessità di prove di fronte alle gravi accuse e ha espresso preoccupazione per l’approvazione in sospeso del bilancio del Consell per il 2024 e le conseguenze della crisi sull’attività quotidiana dell’istituzione.

Córdoba, in dichiarazioni aggiuntive alla radio, ha ribadito che non ha intenzione di dimettersi e ha descritto la situazione come un attacco personale per ‘assaltare il potere a Formentera’. Ha difeso anche la sua richiesta, sostenendo che non sarebbe illegale chiedere un bonus e che la sua richiesta è legata all’assegnazione del Parlament al gruppo misto, che non può toccare perché è per il PP e Compromís.

La attuale crisi politica sta avendo un impatto negativo sul Consell de Formentera, poiché non si tengono riunioni del Consiglio di Governo e il bilancio per il 2024 è a rischio a causa della rottura tra Sa Unió e l’attuale presidente del Consell Insular. La situazione viene descritta come grave e complicata, con il quotidiano dell’istituzione bloccato.

Sconti su hotel, appartamenti, noleggio auto, traghetto da Ibiza... e molto altro ancora.